Master area critica

Un’infermiera di terapia intensiva cura i pazienti con lesioni acute, anche mortali, o con problemi medici. L’infermiere di terapia intensiva ha ricevuto una formazione specializzata che gli consente di gestire e monitorare i pazienti più gravemente malati o feriti. Per svolgere correttamente il proprio lavoro, un infermiere di terapia intensiva deve avere la capacità di pensare e lavorare rapidamente in condizioni di stress e rimanere vigile dopo molte ore di lavoro intenso.

Cos’è un’infermiera di terapia intensiva?

Secondo l’American Association of Critical Care Nurses (AACN), i pazienti che sono pericolosamente malati o che soffrono di lesioni potenzialmente letali che richiedono cure avanzate si possono trovare in questi reparti ospedalieri:

Unità di terapia intensiva (ICU)
Reparto di emergenza
Unità di step-down
Terapia intensiva neonatale
Terapia intensiva pediatrica
Unità di cura cardiaca
Laboratori per cateteri cardiaci
Unità di telemetria
Unità progressive
Sale di recupero
L’AACN riferisce inoltre che gli infermieri di terapia intensiva rappresentano circa il 37% del numero totale di infermieri che lavorano negli ospedali. I tipici ambienti di lavoro includono anche le residenze personali dei pazienti, i centri di chirurgia ambulatoriale, gli studi medici privati, i centri di cura gestiti e le scuole per infermieri. In qualsiasi ambiente lavorativo, l’infermiere di assistenza critica deve avere la capacità di eseguire valutazioni complesse dei pazienti, di attuare interventi e terapie intensive e di monitorare i pazienti, il tutto mantenendo la calma in situazioni disperate, a volte pericolose per la vita. Poiché le condizioni di un paziente gravemente malato o ferito possono cambiare rapidamente senza preavviso, l’infermiere di terapia intensiva deve essere in grado di modificare immediatamente un piano di assistenza in corso e di fornire le cure di emergenza necessarie.

Oltre all’assistenza diretta e pratica, l’infermiere di terapia intensiva svolge anche l’importante ruolo di avvocato del paziente. In questa posizione, il patrocinio significa sostenere e rispettare i diritti, i valori e le convinzioni di base di un paziente gravemente malato o ferito. In qualità di rappresentante del paziente, un infermiere che si occupa di cure critiche trova ulteriori risorse per i pazienti al di fuori dell’ambiente di cura immediata per aiutarli a guarire. Secondo l’AACN, la difesa in questo ruolo significa che ci si aspetta che l’infermiere di terapia intensiva lo faccia:

Rispettare i diritti del paziente o del suo surrogato designato a prendere decisioni indipendenti in materia di assistenza sanitaria, anche quando non è d’accordo con tali decisioni.
Agisca come intermediario nelle questioni che riguardano il paziente, la sua famiglia e altro personale coinvolto nella cura diretta del paziente o i membri dell’équipe di assistenza.
Intervenire quando altri professionisti sanitari o la famiglia non agiscono nel migliore interesse del paziente.
Monitorare costantemente la qualità delle cure fornite al paziente.
Assistere il paziente nell’ottenere le cure necessarie quando la struttura di assistenza critica non è in grado di fornirle.
Agire come un campione per i pazienti che non sono in grado di parlare da soli quando la situazione lo richiede.
Educare e sostenere la persona che si fa portavoce del paziente.
Trasferire le cure ad altro personale sanitario quando la situazione lo richiede.
Rappresentare i desideri del paziente ad altro personale medico.
Lavorare come infermiera di terapia intensiva: Compiti e responsabilità tipiche
L’infermiere di terapia intensiva lavora a fianco di altri professionisti del settore sanitario, tra cui medici, chirurghi, infermieri, infermieri specialisti in cure cliniche, ricercatori infermieri, educatori infermieri e manager di casi di assistenza sanitaria. Come diretta conseguenza della pressione esercitata dalle organizzazioni di assicurazione sanitaria gestita, gli ospedali di oggi sono stati costretti a ridurre i costi, aumentando la domanda di infermieri di assistenza critica aggiuntivi in ambulatorio. Quando la carenza di personale infermieristico ha colpito, le aree di specializzazione dell’assistenza infermieristica, inclusa l’assistenza critica, hanno sofferto più degli infermieri in posizioni più generali, il che rende gli infermieri esperti e qualificati nell’assistenza critica particolarmente preziosi nel mercato del lavoro odierno.

Mentre le persone hanno sempre sofferto di gravi malattie o infortuni, il concetto di assistenza individuale da parte di un infermiere con una formazione specialistica è relativamente nuovo. Infatti, il primo reparto di terapia intensiva è stato istituito in un ospedale americano negli anni ’50. La posizione di infermiere di assistenza critica come la conosciamo oggi è nata in questo ambiente. Mentre il ruolo originale dell’infermiere di terapia intensiva era nei reparti di terapia intensiva dell’ospedale, si è notevolmente ampliato negli ultimi sei decenni.

Oltre a fungere da avvocato del paziente, un infermiere di terapia intensiva ha questi compiti specifici, tra gli altri:

Pulire e fasciare le ferite dei pazienti.
Monitorare le apparecchiature di supporto vitale come i monitor cardiaci.
Rispondere immediatamente ai cambiamenti delle condizioni del paziente.
Valutare i segni vitali come la frequenza cardiaca, la frequenza respiratoria e la temperatura corporea.
Somministrazione di farmaci attraverso un tubo endovenoso, un tubo gastrico, per via orale, per iniezione, o altri metodi, come determinato dalle condizioni del paziente.
Infondere prodotti ematici e monitorare le reazioni dei pazienti.
Curare il corpo del paziente immediatamente dopo il decesso e organizzare il trasporto in ospedale, in una struttura di sepoltura o all’obitorio.

Diventare infermiere di terapia intensiva
Un’infermiera di terapia intensiva fornisce cure specialistiche ai pazienti nelle unità di terapia intensiva di un ospedale che curano i pazienti più gravemente malati o feriti, occupandosi delle necessità quotidiane di coloro che sono i più vulnerabili. Per operare efficacemente in questa posizione, i professionisti delle cure critiche necessitano di una formazione specializzata.

Mentre l’istruzione e la formazione sono essenziali per questo tipo di carriera infermieristica, è altrettanto importante che l’infermiere di terapia intensiva abbia il giusto temperamento. Deve avere la testa fredda e la fiducia in se stesso, con la capacità di sopportare lo stress fisico ed emotivo. Infatti, l’infermiere critico deve anche avere la capacità di prendere decisioni vitali quando è sotto stress. Gli infermieri di terapia intensiva, noti anche come “infermieri di terapia intensiva”, devono anche possedere eccellenti capacità di comunicazione ed essere in grado di lavorare con pazienti di tutte le età provenienti da diversi contesti e culture.

Gli infermieri di terapia intensiva si trovano spesso ad affrontare una dura realtà. Molti non saranno in grado di riportare i loro pazienti in buona salute; infatti, il paziente potrebbe morire mentre si trova nell’unità di terapia intensiva. Nel corso della loro carriera, gli infermieri di terapia intensiva possono sperimentare la morte del paziente molte volte, il che può avere un impatto sulla salute mentale dell’infermiere stesso. Questo tipo di stress emotivo può essere drenante e straziante, ma la persona giusta per il lavoro può trovare una carriera molto gratificante come infermiere di terapia intensiva. Questa infermiera trova spesso la soddisfazione di svolgere un ruolo importante nella vita dei pazienti con le maggiori esigenze.

  1. Ottenere la laurea in Infermieristica (BSN)
    Il primo passo per diventare un’infermiera specializzata in cure critiche è il conseguimento della laurea in scienze infermieristiche (BSN). Mentre si lavora verso il grado BSN, gli studenti studiano i principi di infermieristica e sviluppare le capacità di pensiero critico e capacità di problem-solving come imparare. Durante il corso di studi per una laurea standard BSN, uno studente imparerà l’anatomia, la nutrizione, la microbiologia, la salute pubblica, la valutazione della salute, la fisiologia, e la pratica basata sulle prove.

L’acquisizione di questo tipo di laurea aiuta gli studenti a imparare a funzionare in un ruolo di infermiere standard, che fornisce le basi per una formazione più specializzata. Gli studenti che partecipano a un programma BSN imparare sia le prove e la pratica infermieristica teorica basata su prove. Molti programmi BSN richiedono che gli studenti partecipano a osservazioni cliniche, che fornisce un assaggio delle attività quotidiane e fattori di stress incontrati in situazioni di vita reale di cura. L’esperienza clinica aiuta gli studenti ad entrare nel campo con una comprensione pienamente sviluppato della loro professione.

  1. 2. Superare l’esame di licenza del Consiglio Nazionale (NCLEX-RN)
    Una volta che un infermiere si è laureato in un programma BSN, deve superare l’esame NCLEX-RN, un requisito per qualsiasi infermiere che desideri ricevere la licenza e lavorare negli Stati Uniti. Il NCLEX-RN è un esame generato dal computer creato da un’organizzazione no-profit, il National Council of State Boards of Nursing (NCSBN). Questa organizzazione collabora con i consigli infermieristici e di regolamentazione per aiutare a mantenere gli standard nel campo dell’assistenza infermieristica e promuovere la professione in ogni stato.

L’esame NCLEX-RN è progettato per coprire i processi che costituiscono le fondamenta della pratica infermieristica. L’esame è suddiviso in quattro categorie e sei sottocategorie che abbracciano una serie di argomenti, che aiutano a misurare la competenza infermieristica.

Adattamento fisiologico
Riduzione del potenziale di rischio
Ambiente di cura sicuro ed efficace
Integrità fisiologica
Integrità psicosociale
Terapie farmacologiche e parenterali
Riduzione del potenziale di rischio
Cura di base e comfort
Gestione dell’assistenza
Promozione della salute e manutenzione
Dopo aver sostenuto e superato l’esame, un infermiere iscritto all’albo deve lavorare per un minimo di due anni. Gli infermieri che desiderano diventare infermieri di terapia intensiva devono lavorare con popolazioni come famiglie, geriatria, adulti e bambini.

  1. 3. Ottenere un Master da un programma MSN accreditato
    Per avanzare da questo livello, gli infermieri devono conseguire un master presso un programma MSN accreditato, con particolare attenzione alle cure critiche o all’assistenza infermieristica in terapia intensiva. Durante gli studi per il master, gli infermieri di terapia intensiva seguono ulteriori lezioni teoriche e di prova, basandosi sulle basi dell’assistenza infermieristica appresa durante il conseguimento del diploma di laurea. Questa formazione intensiva aiuta gli infermieri di terapia intensiva a svolgere la loro attività professionale subito dopo la laurea.

Obiettivi del programma MSN
Durante il conseguimento del diploma MSN, i potenziali infermieri di assistenza critica ricevono istruzioni in classe e ore cliniche complete, che contribuiscono a fornire le conoscenze e le competenze mediche di cui l’infermiere ha bisogno per curare i pazienti in condizioni critiche.

Inoltre, gli infermieri di terapia intensiva imparano ad assumere un ruolo di leadership nelle loro posizioni. Imparano a fondere l’apprendimento teorico con gli scenari di vita reale che si incontrano in ambiente ospedaliero.

Competenze e conoscenze essenziali
Agli studenti del master vengono insegnate capacità di pensiero critico, di risoluzione dei problemi e di comunicazione, una formazione che aiuta gli infermieri di assistenza critica a prepararsi per i tipi di problemi che incontreranno sul lavoro e durante le future interazioni con i loro pazienti, le famiglie e i medici. Inoltre, agli infermieri di terapia intensiva viene insegnato ad anticipare le sfide emotive e fisiche che accompagnano la loro professione, in modo da essere meglio preparati a pensare in modo fresco e obiettivo in mezzo a situazioni di stress.

Poiché il master è più avanzato di un BSN, fornisce istruzioni sul pensiero scientifico alla base della teoria e della pratica infermieristica. Questo rende possibile agli infermieri di terapia intensiva di prendere il tipo di decisioni immediate necessarie per contribuire a salvare la vita dei pazienti. Gli studenti imparano anche a interpretare e valutare articoli di riviste e letteratura medica rilevanti per la loro professione, in modo da poter continuare la loro formazione dopo il conseguimento della laurea.

Corsi MSN, contenuti e formazione
Tipici corsi MSN, contenuti e formazione includono una varietà di corsi focalizzati su scienza, salute, etica, politica, dinamiche professionali, ricerca infermieristica, farmacologia, cure acute, salute pubblica, fisiologia e altro ancora. Gli infermieri di terapia intensiva, più di altri tipi di infermieri, devono possedere un’ampia comprensione di una vasta gamma di argomenti sanitari. Ciò contribuisce a garantire che siano preparati a soddisfare le esigenze dei loro pazienti in situazioni critiche.

  1. 4. Ottenere la certificazione come infermiere di terapia intensiva dall’American Association of Critical Care Nurses (AACN)
    La certificazione CCRN della AACN Certification Corporation stabilisce una base di conoscenze per l’assistenza a pazienti gravemente malati o feriti. Gli infermieri che vogliono avanzare nella loro carriera, dimostrare le loro conoscenze e migliorare le loro capacità possono ottenere questa certificazione.

Esistono molte diverse aree di specializzazione, tra cui:

CCRN (Adulto, pediatrico o neonatale) – Gli infermieri forniscono assistenza diretta a pazienti gravemente malati
CCRN-K (Adulto, pediatrico o neonatale) – Gli infermieri influenzano l’assistenza ma non forniscono cure dirette ai pazienti
CCRN-E (Adulto) – Le infermiere lavorano con pazienti malati da una postazione remota
PCCN-K (Adulto) – Gli infermieri influenzano l’assistenza ma non forniscono cure dirette ai pazienti
CMC (Adulti) – Gli infermieri forniscono assistenza a pazienti cardiopatici in condizioni critiche
CSC (Adulto) – Le infermiere forniscono assistenza a pazienti cardiochirurgici gravemente malati
ACNPC-AG (Adult-Gero) – Gli infermieri forniscono assistenza per soddisfare le esigenze di pazienti adulti-gerontologi molto malati
Gli infermieri di terapia intensiva hanno la possibilità di scegliere tra queste e altre specializzazioni. Per ottenere la certificazione, l’infermiere deve acquisire conoscenze, formazione ed esperienza con la popolazione di riferimento. Questa certificazione è valida per tre anni e deve essere rinnovata periodicamente.

Le certificazioni AACN sono fornite da un’organizzazione nazionale accreditata dal consiglio di amministrazione, il che significa che la certificazione del consiglio di amministrazione viene rilasciata ai candidati che soddisfano i requisiti nazionali. Oltre alle certificazioni del consiglio AACN, gli infermieri di terapia intensiva possono ottenere altri tipi di certificazioni da diverse organizzazioni. Se si richiede la certificazione da un’altra organizzazione, verificare i requisiti di credenziali prima di ottenere l’approvazione. I requisiti per il rinnovo possono essere diversi da quelli stabiliti dall’AACN.

Formazione continua
I datori di lavoro di solito richiedono che il personale infermieristico di assistenza critica mantenga una formazione continua per mantenere la propria posizione. La formazione continua aiuta gli infermieri a lavorare in modo efficace sul posto di lavoro, a mantenersi aggiornati con gli insegnamenti più attuali del settore e a padroneggiare le tecnologie più avanzate. La formazione continua aiuta inoltre gli infermieri a svolgere un ruolo di leader sul posto di lavoro e alza il livello per garantire un’eccellente assistenza ai pazienti in ogni struttura.

  1. 5. Cerca lavoro ed entra nella forza lavoro
    Una volta che ti sei laureato in un master, è il momento di trovare un lavoro. Gli infermieri di terapia intensiva occupano una nicchia importante nella professione infermieristica e sono molto richiesti. Le strutture di tutto il paese, in particolare gli ospedali, assumono infermieri di terapia intensiva per servire i loro pazienti. Oltre che negli ospedali, gli infermieri di terapia intensiva possono trovare lavoro anche nelle strutture di assistenza infermieristica, nei servizi sanitari a domicilio, nei centri di assistenza ambulatoriale e negli studi medici.

Molti infermieri di terapia intensiva iniziano a cercare lavoro prima ancora di aver conseguito il diploma di laurea. La ricerca prima della laurea aiuta i candidati a conoscere il mercato del lavoro nella loro area, il che li aiuta quando è il momento di cercare un posto di lavoro. Il lavoro in rete prima della laurea aiuta il candidato a trovare una posizione anche non